Focus Group nella ginnastica artistica

di Greta Ricci Picciloni

Cosa spinge gli sportivi a continuare la propria attività anche quando l’età, gli impegni e la vita sociale non permettono di praticare sport a livello agonistico? Quali motivazioni sottostanno alla decisione di impegnarsi in costanti allenamenti anche quando il tempo a propria disposizione è relativamente breve? Questo Focus Group tenta di dare una risposta a questi interrogativi attraverso le parole di alcune ragazze che da tempo hanno ricominciato, o non hanno mai smesso, di praticare uno sport come la Ginnastica Artistica.

Questa attività sportiva consiste nello svolgimento di alcuni elementi tecnici usufruendo di attrezzature specifiche; in particolare la Ginnastica Artistica Femminile prevede la realizzazione di esercizi ginnici e acrobatici di varia difficoltà eseguiti su 4 o 5 attrezzi dalle dimensioni totalmente differenti tra loro.

Questi sono:

  1. Trave: superficie lunga 5 m e larga 10 cm con altezza variabile dai 50 ai 150 cm;
  2. Volteggio: struttura formata da materassi o cavallo di altezza regolabile sopra ai quali si eseguono salti di ampia grandezza con l’ausilio di una pedana per una spinta maggiore;
  3. Parallele asimmetriche: aste di legno facilmente impugnabili con le mani poste a due diverse altezze;
  4. Corpo Libero: tavolato di 12mX12m o striscia di 12mX2m sopra ai quali si eseguono elementi artistici o salti ginnici;
  5. Trampolino: quadrato elastico con l’aiuto del quale si riescono ad effettuare salti di media e grande altezza (attrezzo utilizzato solo a livello amatoriale).

La scelta dell’argomento è scaturita dal fatto che tale attività sportiva è per lo più sconosciuta alla maggior parte delle persone, fatta eccezione per alcune informazioni superficiali od occasionali dovute ad avvenimenti che ne hanno messo in luce solo alcuni particolari aspetti; si pensi, ad esempio, alla notorietà dell’attrezzo maschile degli anelli reso importante dal quadruplice campione del mondo Yuri Chechi ed ai buoni risultati ottenuti dalla squadra italiana di ritmica.

Le persone che hanno accettato di partecipare al Focus Group sono 8 ragazze di età compresa tra i 18 ed i 25 anni frequentanti un corso serale di Ginnastica Artistica, tutte avevano praticato questo sport in età giovanile.

Il Focus si è svolto con rispetto reciproco dei partecipanti; dopo un iniziale imbarazzo dovuto alla novità dell’evento e al timore di essere in qualche modo criticato, il gruppo ha acquistato sicurezza rispondendo, divertendosi, alle domande proposte. In generale l’interesse è parso sempre attivo con molti interventi positivi che hanno permesso un "botta e risposta" tra le ragazze, ciò ha incentivato il moderatore ha proporre nuovi quesiti al di fuori della griglia.

Nella pagina successiva è riportata la griglia di domande comprendente 20 quesiti; tale griglia, però, durante la conduzione del Focus Group, ha subito lievi modifiche per la necessità di seguire i ragionamenti delle partecipanti, di non perdere la loro concentrazione, di far partecipare tutte alla conversazione, di prendere spunti dalle osservazioni fatte per ampliare un argomento o perché non compreso tra le restanti domande. E’ inoltre compresa una lista di caratteristiche con le quali i soggetti hanno risposto alla domanda n.18, tale elenco è stato presentato in triplice copia a tutto il gruppo per dare modo alle persone di analizzarne meglio i contenuti ed essere in grado di rispondere simultaneamente.

 

 

GRIGLIA DI DOMANDE

  1. Nome, un vostro difetto e un pregio della persona che vi sta a sinistra.
  2. Quali sport avete praticato?
  3. Cosa significa per voi essere attivi?
  4. Potete elencarmi le caratteristiche di una persona che voi ritenete attiva?
  5. Dopo questa descrizione, chi, tra le presenti, considerate sia una persona attiva?
  6. La parola "attività fisica" cosa vi fa venire in mente?
  7. Quali motivi spingono le persone a praticare uno sport?
  8. Cosa distingue uno sport di squadra da uno sport individuale? Iniziamo dallo sport di squadra.
  9. Descrivete la personalità di un individuo adatto a praticare uno sport di squadra.
  10. Descrivete ora la personalità di un individuo adatto a praticare uno sport individuale.
  11. In quale delle due descrizioni vi ritrovate meglio?
  12. Come avete iniziato a praticare ginnastica artistica?
  13. Qualcuno può raccontarmi un evento piacevole o spiacevole riguardante la ginnastica artistica?
  14. Cosa vi ha spinto a continuare o a riprendere questo sport?
  15. Definite la parola "passione"
  16. Potere spiegare se esistono, ed eventualmente elencarle, alcune caratteristiche, specifiche della ginnastica artistica, tali da rendere questo sport piacevole per alcuni e spiacevoli per altri? Parliamo prima degli aspetti piacevoli.
  17. Per alcune persone "fare fatica" è un modo per distaccarsi dal quotidiano, scaricare le tensioni, lasciarsi la giornata alle spalle, qual è la vostra opinione a riguardo?
  18. Fatemi una graduatoria di questa lista indicando quali e quanto incidono queste caratteristiche sulla vostra scelta di continuare ancora a praticare ginnastica artistica.
  19. Dopo tutto ciò che è stato discusso in questa sede, cerchiamo assieme di riassumere le caratteristiche che contraddistinguono la ginnastica artistica.
  20. Trovatemi una parola, un motto, uno slogan sinonimo di ginnastica artistica.
  21.  

     

     

    FOCUS GROUP

    1) Nome, un vostro difetto e un pregio della persona che vi sta a sinistra

    _ mi chiamo A., un mio difetto è che sono troppo orgogliosa, un pregio di S.… ha dei begli occhi.

    _ mi chiamo S., un mio difetto è il pessimismo, un pregio di M. è la spontaneità.

    _ mi chiamo M., sono troppo esuberante, un pregio di E.… è sincera.

    _ sono E., sono testarda e gelosa, Al. sembra molto dolce.

    _ mi chiamo Al., sono molto lunatica, e un pregio di C.… è una buona amica.

    _ io sono C., un mio difetto è la testardaggine e anche … sono permalosa, V. è un’amica sincera è sa ascoltare.

    _ mi chiamo V., sono disordinata, Cl. è una buona amica ed è leale.

    _ io sono Cl., sono anch’io molto disordinata, A. è una ragazza disponibile.

    4) Potete elencarmi le caratteristiche di una persona che voi ritenete attiva?

    Sveglia, dinamica, intelligente, volenterosa, spigliata, buona dose di forza di volontà e di pensare positivo, autodeterminazione, si pone degli obiettivi, è impegnata

    Quindi una persona impegnata è una persona attiva? (domanda aggiunta)

    E: No, dipende anche da come si pone con gli altri

    M: Quanto la persona è estroversa

    6) La parola "attività fisica" cosa vi fa venire in mente?

    Tutte: Sport

    M: attività motoria, che mette in moto i muscoli

    Quindi per voi attività fisica non significa anche attività psichica… (domanda aggiunta)

    A: certo, è importante, perché per fare attività fisica occorre anche molta concentrazione

    7) Quali motivi spingono le persone a praticare uno sport?

    V: passione

    C: l’interesse

    Al: stare insieme a delle persone

    Cl: sperimentare cose nuove

    M: la voglia semplicemente di mettersi in gioco

    S: …di fare gruppo

     

     

    9) Descrivete la personalità di un individuo adatto a praticare uno sport di squadra.

    E: socievole

    M: estroverso

    S: responsabile

    Cl: affidabile

    A: capisce i suoi limiti

    M: rispettoso delle regole

    Al: ma anche degli altri, dei compagni e degli avversari

    C: modesto

    10) Descrivete ora la personalità di un individuo adatto a praticare uno sport individuale.

    E: competitivo

    Cl: determinato

    M: a cui piace essere al centro dell’attenzione

    A: sicuro

    13) Qualcuno può raccontarmi un evento piacevole o spiacevole riguardante la ginnastica artistica?

    C: ma quando sono caduta dalla trave in una gara 4 o 5 volte. Le mie insegnanti lo sapevano, ci rinunciarono e ridevano con me. In un’altra ci sono rimasta male perché mi ero preparata bene e nel volteggio durante il primo salto sono andata a sbattere contro il tappeto.

    S: io volevo assolutamente imparare il flick ma le mie insegnanti non avevano il tempo, allora io provavo da sola e ci sono riuscita, quando l’ho fatto vedere a loro mi sono sentita realizzata.

    E: io mi ricordo quando sono caduta dalla trave e ho sbattuto sotto le costole e non respiravo più… avevo anche paura della R perché era severa, però cavolo era brava…

    M: io invece mi sono spaventata quando ero sulla trave, si è svitata mentre io facevo l’esercizio e sono caduta giù

    14) Cosa vi ha spinto a continuare o a riprendere questo sport?

    Tutte: la passione

    M: la ginnastica artistica è una parte di me

    15) Definite la parola "passione".

    S: un interesse che diventa possessivo, ma possessivo in senso positivo, è una cosa che appena vedo per Tv una trave o qualcuno che fa una verticale mi ricollega alla palestra.

    M: è un amore passionale, l’altra mia metà perfetta

    Al: quando ti accorgi che non l’hai più stai male

    C: mi aiuta anche nella vita, quando io faccio allenamento sto bene anche se la giornata è stata negativa; mi gratifica.

    E: mi aiuta in tutte le cose

    M: è un piacere interiore

    V: uno scarico dalle tensioni

    16) …parliamo prima degli aspetti piacevoli

    Tutte: impegno; la paura motiva; stimola; possibilità di esprimersi; sperimentare le proprie capacità, migliorarsi, andare oltre i propri limiti.

    17) Per alcune persone "fare fatica" è un modo per distaccarsi dal quotidiano, scaricare le tensioni, lasciarsi la giornata alle spalle, qual è la vostra opinione a riguardo?

    M: quando mi alleno mi sollevo dalla giornata, scarico la tensione accumulata; anche solo una corsa sul fiume mi fa sentire meglio, mi sento appagata anche se non è la mia massima aspirazione.

    S: in questo sport qui ci vuole concentrazione in ogni momento, riesci a tenere fuori il resto di tutto quello che ti è successo durante la giornata, i problemi che hai, in quel momento lì non …

    Cl: …sei in un mondo a parte

    Al: scarichi tutta la tensione e la tua energia si concentra soprattutto su quello che stai facendo in quel momento, ci si sente meglio…

    18) Fatemi una graduatoria di questa lista indicando quali e quanto incidono queste caratteristiche sulla vostra scelta di continuare ancora a praticare ginnastica artistica.

    Sintesi delle risposte

    C: l’importante è la voglia di imparare

    V: il risultato è meno importante della crescita personale

    19) Dopo tutto ciò che è stato discusso in questa sede, cerchiamo assieme di riassumere le caratteristiche che contraddistinguono la ginnastica artistica.

    20) Trovatemi una parola, un motto, uno slogan sinonimo di ginnastica artistica.

    A: la completezza

    S: lo sport per eccellenza

    M: l’Eden sportivo

    A: come è scritto sulle nostre magliette: se la ginnastica fosse facile sarebbe stata chiamata CALCIO

    RISULTATI

    Dalla conduzione di questo Focus Group si possono trarre le seguenti conclusioni:

    Il Focus è stato motivo di incontro e di discussione di vari aspetti che hanno incentivato le ginnaste a concentrarsi su questioni rilevanti della Ginnastica Artistica.

    Punto di forza, ma a volte anche di debolezza, è stata la conoscenze fra loro delle partecipanti perché ha permesso loro di non avere timore di esprimere sé stesse, di non essere giudicate, di essere, al contrario, incoraggiate a dare risposte il più possibile vere; da un altro punto di vista tale aspetto può risultare negativo in quanto probabilmente esistevano dei pregiudizi, senz’altro positivi, tra le ragazze su chi poteva rispondere ad una certa domanda, a chi poteva intervenire con una esperienza personale, ecc.

    HOME PAGE